San Foca - Cosa fare e le spiagge da non perdere

San Foca è una località del Salento che fa parte della marina di Melendugno, in provincia di Lecce. Si trova fra Torre Specchia Ruggeri e Roca Vecchia. In origine era un villaggio di pescatori ma oggi è un luogo frequentato soprattutto durante il periodo estivo; non a caso il porto turistico di San Foca è fra i più noti del litorale compreso fra Brindisi e Otranto.

Il tratto marino di San Foca è soprattutto sabbioso, solo a tratti roccioso, e proprio dove le rocce sono più basse si possono intravedere delle alghe come la Cystoseira, l’Ulva e l’Enteromorpha.

Nelle vicinanze di San Foca ci sono altre numerose spiagge sabbiose come la spiaggia Torre Specchia Ruggeri: il suo nome deriva dai resti di una torre di guardia costiera. È la spiaggia migliore per chi non ama la confusione dato che non è mai troppo affollata. Qui ci sono diversi stabilimenti balneari in cui soffermarsi a prendere il sole o fare happy hour.

Ancora, la Spiaggia dei Brigantini, caratterizzata da faraglioni isolati con dei nomi molto particolari, di cui il più famoso è lo “scoglio dell’otto” proprio per la sua forma che ricorda un 8 scritto in orizzontale. La spiaggia è molto piccola, ricavata in un’insenatura naturale, ma è davvero un posto paradisiaco, servito comunque da diversi stabilimenti balneari.

Un’altra spiaggia è quella delle Isole Asce, che sono raggiungibili a nuoto dalla costa. Qui tutti gli amanti degli sport d’acqua verranno accontentati dato che si può praticare snorkeling, kitesurf, pesca con canna e così via.

Ancora, la Spiaggia di San Basilio, caratterizzata da acque limpide, e con tutta intorno la macchia mediterranea. Il posto è adatto a tutti coloro che vogliano rilassarsi in uno scenario davvero mozzafiato.

Infine, la Spiaggia degli aranci o “li marangi”, un posto perfetto per chiunque voglia rilassarsi in tranquillità dato che non è mai troppo affollato.

Torre San Foca

A San Foca non può mancare una visita all’omonima Torre, costruita nel 1568 dal maestro Antonio Saponaro di Lecce. Questa torre aveva come funzione quella di avvistamento contro le invasioni turche.

Ha una base quadrata e un corpo troncopiramidale, con due vani sovrapposti non divisi da un toro marcapiano. La muratura esterna è del cosiddetto tipo "a scarpa", ovvero con muro inclinato posto alla base della fortificazione con funzione di rinforzo.

La torre è stata restaurata ed ospita gli uffici della Capitaneria di porto.

Cosa vedere nelle vicinanze di San Foca

Nelle vicinanze di San Foca si trovano altre località balneari e città del Salento molto famose da visitare. Queste si possono raggiungere utilizzando i mezzi di trasporto pubblico (soprattutto bus), sapendo che un buon modo per tornare alla propria sistemazione (b&b, albergo, casa vacanza), può essere un transfer per San Foca.

La navetta per San Foca è un ottimo mezzo per tornare a San Foca da qualsiasi altra località si sia visitata, senza dover sottostare agli orari dei mezzi di trasporto pubblico, e quindi in piena comodità.

Le Marine di Melendugno

Torre dell’Orso, è un’altra delle località che fa parte della marina di Melendugno. È famosa per la sua spiaggia caratterizzata da sabbia finissima e dai tanti stabilimenti in cui soffermarsi per trascorrere una giornata di pieno relax. Il mare è limpido e cristallino ed è proprio per questo che Torre dell’Orso è molto frequentata ogni anno da tantissimi bagnanti provenienti da tutto il mondo.

Si tratta di un'insenatura della lunghezza di circa 800 metri delimitata da due alte scogliere. Nella zona sud dell'insenatura sfocia un corso d'acqua chiamato Brunese ed è presente la grotta di San Cristoforo nella quale sono stati rinvenuti antichi graffiti.

Nell'estremo sud della baia di Torre dell'Orso, a poca distanza dalla spiaggia, ci sono due faraglioni, vicini e simili, detti Le due sorelle, che hanno dato vita a questa leggenda: due sorelle avrebbero cercato refrigerio in spiaggia per staccare dalle faccende quotidiane e, dopo un tuffo da una rupe, non riuscirono più a tornare a riva. Gli Dei, allora, tramutarono le due sorelle in faraglioni.

Da non perdere a Torre dell’Orso, anche la Chiesa dei SS. Angeli Custodi,

all'interno della quale c’è la statua della Madonna "Stella Maris", la cui festa cade la prima domenica di agosto.

Roca Vecchia, fa parte sempre della marina di Melendugno ed è posta tra San Foca e Torre dell’Orso. Da non perdere nella località, la torre di avvistamento cinquecentesca, le rovine del castello a picco sul mare, il santuario della Madonna di Roca del XVII secolo e le due Grotte della Poesia, delle grotte carsiche cui sono crollati i tetti.

Torre Sant’Andrea si trova a pochi chilometri da Torre dell’Orso e fa parte sempre della marina di Melendugno. Non ci sono stabilimenti balneari nella zona ma le calette e l’arenile vengono prese d’assalto da tantissimi bagnanti in estate. Alla destra ed alla sinistra della spiaggia, ci sono delle rocce bianche a picco sul mare che prendono il nome di Faraglioni di Sant’Andrea. Fino a poco tempo fa si poteva raggiungere la parte di bassa scogliera, ma purtroppo alcuni crolli avvenuti in inverno lungo la falesia hanno impedito l’accesso a quest’area e solo a nuoto si può raggiungere questo tratto.

Le calette si possono raggiungere attraverso delle scalette nella roccia. Sono di solito molto meno frequentate rispetto alla spiaggia proprio perché più difficoltose da raggiungere, quindi si troverà maggiore tranquillità perché non tutti si avventurano qui.

Lecce

Lecce, è definita la “Signora del Barocco” proprio perché è il barocco a caratterizzare portali, chiese, monumenti e abitazioni del centro storico. Proprio nel centro storico ci sono diverse stradine in cui imbattersi in botteghe artigianali dove vengono realizzati oggetti in cartapesta e in pietra leccese. Ma ci sono anche chiese come la Chiesa di Santa Maria della Provvidenza, in piazzetta Baglivi, e quella di Santa Maria di Costantinopoli, in piazzetta Addolorata. In Via Umberto I, invece, c’è Palazzo Adorno e la Basilica di Santa Croce, simbolo della città e del barocco leccese. Il centro della città è Piazza Sant’Oronzo, cuore pulsante della vita cittadina con la famosa colonna del Santo patrono. Nei pressi di Piazza Sant’Oronzo sorge il Castello voluto dal re Carlo V nel 1539.

Da non perdere il Duomo di Lecce che si erge nell’omonima Piazza e rappresenta il fulcro della vita religiosa della città con la Cattedrale dedicata a Maria SS. Assunta che venne costruita nel 1144 e fu ristrutturata nel 1230 per essere poi completamente ricostruita nel 1659 da Giuseppe Zimbalo per volere del vescovo Luigi Pappacoda.

Non solo arte, storia e religione. Da Lecce si possono raggiungere le principali spiagge del Salento come Punta Prosciutto, Punta della Suina, Porto Selvaggio ma anche città vive e dinamiche come Otranto e Gallipoli, prese d’assalto soprattutto dai giovani per la loro attiva movida. Da non perdere anche Galatina, Nardò e Specchia. Insomma, Lecce è la base ideale per potersi spostare alla volta di città e spiagge in cui trascorrere una vacanza da ricordare.

Per rendere più agevoli i propri spostamenti, con un transfer per San Foca (o in alternativa con una navetta per San Foca), si potrà raggiungere questa splendida località della marina di Melendugno e da qui, decidere come vivere il proprio soggiorno perché, come visto, ci sono tante alternative vicine, fra spiagge e città da scoprire.

Come arrivare a San Foca:

In Aereo:

In treno:

Per arrivare San Foca in treno ci sono varie alternative:

  • Dalla stazione di Lecce prendere la linea azzurra dell’ottimo servizio Salento in Bus
  • Dalla stazione di Lecce o qualsiasi altro posto usufruire del servizio NCC che vi porterà direttamente a destinazione.

In Auto:

  • Da Brindisi: Imboccare la SS613 direzione Lecce.Giunti a Lecce imboccare la tangenziale est (Stadio-Otranto) e proseguire fino l’uscita San Cataldo 7B. Da qui costeggiare la litoranea seguendo le indicazioni per San Foca.
  • Da Bari:  Imboccare la SS16 direzione Brindisi senza mai svoltare continuare percorrendo la SS613 direzione Lecce. Da qui seguire le indicazioni qui sopra.
spiaggia di San focaImage: 2018-05/banner-san-foca.jpg