Purcidduzzi e Cartellate

Come si festeggia il Natale in Puglia? O meglio, cosa si mangia per l’occasione?

Se si domanda a un pugliese qual è il piatto tipico natalizio della sua terra, verrà prevalentemente indicato un dolce, diverso forse a seconda della sua provincia di appartenenza, ma certamente un dolce tradizionale delle feste, che porta con se una mescolanza di profumi e sapori propri di quel periodo dell’anno, della propria infanzia, della propria famiglia.

purcidduzzi pugliesi

 © Matteo Amorino da Wikipedia. Tutti i diritti riservati.

Gli antichi contatti arabi e spagnoli e quelli con le regioni limitrofe hanno influenzato certamente la produzione dolciaria pugliese, ma gli elementi impiegati per la preparazione provenivano e provengono dalle nostre campagne. Mandorle, miele, grano, fichi, mele cotogne, ricotta, olio d’oliva costituiscono le buone materie prime adoperate per preparare dolci semplici come le cartellate e dolci più elaborati e ricchi come il pesce di pasta di mandorle dell’antica tradizione dei monasteri femminili pugliesi. E così, nonostante le differenze di forgia e le varianti gergali, quei preparati, tanto diversi da provincia a provincia, hanno in comune i prodotti della nostra terra.

I purcidduzzi salentini e le cartellate baresi, ad esempio, fatte salve alcune varianti locali dovute a interpretazioni familiari della ricetta tradizionale, si preparano con medesimi ingredienti e secondo un procedimento molto simile. Le cartellate, note anche come scartagghiate, frinzele, ncartiddati, crustoli, scarole, sono il dolce natalizio per antonomasia della tradizione popolare della Puglia. Da un impasto di farina, olio e vino bianco secco si ricavano delle fettucce di pasta che vengono modellate a comporre una spirale, con un disegno che ricorda una rosa, ricca di piccole concavità e interstizi che, dopo la friggitura, devono raccogliere il vino (o mosto) cotto o il cotto di fichi. Quest’ultima irrorazione e l’aggiunta finale di cannella e chiodi di garofano finemente tritati, di minuscoli confettini o di mandorle tostate, rappresentano l’elemento personalizzante delle cartellate, i profumi ed i sapori che riconducono al nostro Natale, alla nostra famiglia ed alla nostra tradizione.

Ricetta Purcidduzzi

Qui di seguito vi indichiamo gli ingredienti per una corretta preparazione dei Purcidduzzi:
La ricetta e' un po' particolare, ma il risultato sara' eccellente!

  • 1 kg di farina,
  • 200 ml di olio di oliva
  • Spremuta d'arancia e mandarino
  • 1 Pizzico di sale
  • miele
  • pinoli

cartellate pugliesi

 © Florixc da Wikipedia. Tutti i diritti riservati.

Impastate prima gli ingredienti elencati, e lavorateli a lungo.
Unite poi piano piano la spremuta d'arancia e mandarino, oppure va bene solo d'arancia, insieme ad un pizzico di sale.
La quantita' di spremuta necessaria, e' quella che fa si che l'impasto sia omogeneo.

Quando l’impasto ormai è pronto, tagliatelo a pezzettini, come se fossero dei gnocchetti dolci, e con l’aiuto di una grattugia, girateli al rovescio schiacciandoli e facendoli scivolare verso il basso.

Questi piccoli gnocchetti di Pasta, i Purcidduzzi Salentini, metteteli a scaldare nell’olio in una pentola e friggeteli. Fate attenzione che la temperatura dell'olio non sia troppo elevata.

Quando i purcidduzzi saranno dorati, scolateli e fate assorbire l’olio

Image: 2019-03/banner-purceddhuzzi.jpgImage: 2019-03/banner-purceddhuzzi.jpg